Rimedi naturali per avere i denti lucidi e bianchi

Denti-bianchi-alimentazione

Avere i denti bianchi è spesso considerato un biglietto da visita per molte persone: per questo motivo, si va spesso alla ricerca del miglior dentista e di rimedi in grado di contrastare il colore giallastro o grigio dei denti, e per mantenerli sempre lucidi e brillanti.

denti bianchiA parte alcuni rimedi costosi (ma comunque duraturi) come ad esempio lo sbiancamento professionale eseguito dal dentista, esistono anche dei rimedi naturali per avere i denti lucidi e bianchi, i cosiddetti rimedi della nonna che in molti casi possono essere di aiuto.

Attenzione: questo non significa affatto che i rimedi di cui parliamo siano dei rimedi necessariamente miracolosi. Infatti, non è possibile ottenere una dentatura perfettamente bianca e lucida senza ricorrere ad un trattamento professionale come lo sbiancamento dei denti effettuato dal dentista; tuttavia, vi sono persone che hanno la fortuna di partire già avvantaggiate, e quindi avendo un colore dello smalto già particolarmente chiaro, possono sfruttare questi rimedi naturali ed avere un sorriso quasi impeccabile.

Ma quali sono questi rimedi naturali? E qual è la loro azione sbiancante? Vediamo nel dettaglio i rimedi più diffusi.

  1. Il limone. La buccia di limone può essere particolarmente indicata perché esercita un valido effetto sbiancante naturale. Infatti, strofinare la buccia di un limone (naturale e non trattato, ed ovviamente precedentemente lavato), è molto utile perché consente di smacchiare temporaneamente i denti dalle eventuali macchie causate da caffè, bevande con sostanze coloranti, liquirizia e tabacco. Attenzione, però: a causa della sua acidità, il limone non andrebbe strofinato troppo spesso sui denti, perché il rischio è quello di rovinare lo smalto e di indebolirlo.
  2. La buccia d’arancia. Esattamente come il limone, anche la buccia di questo frutto può aiutare a smacchiare i denti e a renderli più lucidi e più brillanti. Tuttavia, si tratta di un rimedio non particolarmente indicato per chi soffre di ipersensibilità ai denti, perché potrebbe peggiorare il disturbo.
  3. Il bicarbonato di sodio. Questo è senza dubbio uno dei rimedi più utilizzati e conosciuti: da solo o addizionato al dentifricio, questo elemento è uno dei più validi rimedi naturali per lo sbiancamento naturale dei denti. La sua efficacia è molto forte, ed infatti anche molti dentifrici contengono una piccola percentuale di bicarbonato: tuttavia, anche se si tratta di un rimedio molto efficace, è comunque consigliato non abusarne perché si rischierebbe di danneggiare la superficie dei denti. Il potere sbiancante del bicarbonato è l’abrasione: pertanto, non è consigliato utilizzare tutti i giorni questo rimedio, anche perché si finirebbe con il creare problemi di ipersensibilità dentale.
  4. La salvia. Come il limone e l’arancia, le foglioline di salvia strofinate sulla superficie dei denti possono renderli lucidi e brillanti. Elimina le macchie per abrasione, soprattutto quelle superficiali spesso causate da una cattiva alimentazione e da abusi come bevande e cibi che contengono coloranti e caffeina, e tabacco. La salvia è anche un naturale antibatterico, ed aiuta contro l’alitosi. Tuttavia, anche in questo caso è meglio non abusare: due volte a settimana è sufficiente per tenere i denti bianchi e brillanti.
  5. Mela e carote. Due alimenti dal naturale potere sbiancante ed antibatterico, se strofinati sulla superficie dei denti possono eliminare le macchie superficiali, restituendo al sorriso un naturale colore bianco. Non ci sono svantaggi legati all’uso di questi rimedi naturali, anzi: essendo degli alimenti molto importanti per la nostra salute, se ne consiglia anche il consumo in quanto essi aiutano anche a mantenere un alito naturalmente fresco.
  6. Acqua ossigenata. Questo rimedio è da utilizzare con estrema cautela, e quindi molto di rado, è possibile utilizzare un composto di acqua ossigenata e bicarbonato di sodio per ottenere un dentifricio sbiancante naturale. Inoltre, il perossido di idrogeno è anche disinfettante: pertanto, seppur occasionalmente, è consigliato utilizzarlo per tenere lontani i batteri (e quindi anche per aiutare contro l’alito cattivo).

Denti-bianchi-alimentazioneTutti i rimedi naturali indicati possono essere utilizzati occasionalmente – ad eccezione della mela e delle carote – per mantenere la dentatura lucida, brillante e naturalmente bianca.

Tuttavia, esistono anche dei rimedi preventivi, che aiutano ad ottenere denti più bianchi e puliti, mantenendo nel tempo un sorriso brillante. Quali sono?

  • Corretta igiene orale: l’uso di dentifricio sbiancante, accompagnato da spazzolino elettrico e filo interdentale, è un ottimo rimedio non solo per contrastare la carie, ma anche contro la placca, spesso responsabile della formazione del colore giallastro dei denti. Inoltre, essa aiuta anche a mantenere un alito naturalmente fresco.
  • Non fumare e limitare l’assunzione di caffè, thè, liquirizia e cioccolato: un’abitudine alimentare sana aiuta a contrastare il colore giallastro dei denti.
  • Non abusare di collutori disinfettanti: ve ne sono alcuni, ad esempio quelli molto aggressivi a base di clorexidina, che possono macchiare i denti. Si tratta comunque di un processo reversibile, ma è sempre meglio non abusarne.

Questi rimedi preventivi, accompagnati ai rimedi naturali di cui sopra, possono essere di grande aiuto per mantenere i denti lucidi e bianchi.

fb tw yt

Rimedi e consigli del dentista per mantenere l’alito fresco

Rimedi contro alitosi

Mantenere l’alito fresco è possibile? Una delle problematiche comuni a molte persone riguarda proprio l’alito cattivo: le persone che normalmente soffrono di questo disturbo possono trovarsi di fronte ad un problema davvero imbarazzante, che in alcuni casi rende impossibile addirittura condurre una vita sociale soddisfacente.

Alito frescoCome fare allora per evitare questo problema? È possibile rimediare di fronte ad un problema di alitosi e da dove può derivare un disturbo simile? Ecco i rimedi e consigli del dentista per mantenere l’alito fresco.

  1. Mangiare sano. Sembrerà assurdo, eppure, uno dei primi modi per prevenire i problemi di alitosi consistono in un’alimentazione equilibrata, meglio ancora se ricca di frutta e verdura, e povera di grassi. Attenzione soprattutto ai cibi che fermentano nello stomaco, ed ovviamente, nemici numero 1 dell’alito fresco sono aglio e cipolla: evitare di consumare questi alimenti in eccesso è un ottimo metodo per prevenire l’alitosi.
  2. Bere molto. Anche una corretta idratazione dell’organismo è essenziale perché aiuta a prevenire la disidratazione dei tessuti, ed incide anche sull’igiene della propria bocca. Mantenere uno stile di vita adeguato ed equilibrato, bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, rappresentano ottimi metodi per stare in forma e per evitare l’alito cattivo.
  3. Lavarsi bene i denti, mattina e sera e dopo ogni pasto. Anche questo può sembrare un consiglio scontato, ma è davvero molto importante lavare bene i denti, utilizzando uno spazzolino adeguato alla propria dentatura, e spazzolare molto bene. Inoltre, anche un buon dentifricio è alla base di una bocca sempre fresca e profumata!
  4. Utilizzare lo spazzolino elettrico. Uno dei consigli dei dentisti non solo per mantenere un alito fresco più a lungo consiste nell’utilizzare lo spazzolino elettrico: questo strumento, rispetto al classico spazzolino manuale, è di grande aiuto anche per quel che riguarda la rimozione della placca e del tartaro, oltre che dei batteri.
  5. Lavare bene la lingua. Molte persone pensano che basti lavarsi bene i denti per avere un alito a prova di bacio. In realtà, anche la lingua può essere un ricettacolo di batteri, ed è fondamentale dedicarsi anche a questa parte della propria bocca, per evitare che i batteri ed i gas presenti possano rendere il nostro alito pesante, anche se ci siamo appena lavati i denti.
  6. Utilizzare il filo interdentale. Per una corretta e soprattutto completa pulizia dei denti, è fondamentale utilizzare il filo interdentale: si tratta di un semplicissimo strumento che, se ben usato, è in grado di rimuovere molta più placca e molti più residui di cibo rispetto al semplice lavaggio dei denti. Infatti, se tra un dente e l’altro si annida del cibo, non solo si rischia che esso, fermentando, possa creare fastidiosi problemi di alito cattivo, ma si va incontro anche a delle brutte carie tra un dente e l’altro.
  7. Non fumare né masticare tabacco. Potrebbe sembrare un consiglio scontato (e lo sanno bene i non fumatori, che sentono a distanza di un metro il cattivissimo odore dell’alito del fumatore) ma è bene sottolineare che il tabacco, oltre ad essere dannoso per la salute, è anche un nemico dei nostri denti e della nostra igiene orale. Da un lato, perché annerisce i denti creando delle vere e proprie macchie antiestetiche, e dall’altro perché rende l’alito molto pesante, e spesso non c’è mentina che tenga.

 

Ma qual è il consiglio principale dei dentisti per evitare di avere un alito cattivo?

Secondo gli esperti, nella maggior parte dei casi l’alito pesante è causato dalla presenza di carie o di infezioni non curate, oppure da placca e tartaro: per questo motivo, è fondamentale tenere sotto controllo la salute della propria bocca (e dei propri denti) con un controllo periodico dei denti e della loro salute.

Rimedi contro alitosiUn controllo dal dentista andrebbe effettuato almeno una volta l’anno, senza dimenticare l’importanza della pulizia dei denti, che può essere eseguita annualmente (ed in alcuni casi è consigliata ogni sei mesi). Attraverso la prevenzione, possiamo così tenere sotto controllo i nostri denti e la nostra salute, ed ovviamente possiamo prevenire anche l’antipatico disturbo dell’alito cattivo.

E che dire del collutorio? Secondo molti può essere un interessante rimedio temporaneo per contrastare gli antipatici effetti dell’alito cattivo, ed è consigliato utilizzarlo almeno due volte al giorno, mattina e sera. Tuttavia, secondo altri il collutorio potrebbe causare qualche effetto indesiderato: se scegliamo un collutorio a base di clorexidina, per esempio, potremmo rischiare di macchiare i denti. Inoltre, un collutorio molto aggressivo e molto forte potrebbe essere controindicato per chi soffre di alitosi perché, data la sua aggressività, potrebbe seccare la bocca e quindi, asciugandola eccessivamente, potrebbe essere un vero problema contro l’alito pesante.

Tra i rimedi naturali vi sono il limone, i chiodi di garofano, ed i chicchi di caffè: secondo molti, masticare questi alimenti può essere di grande aiuto perché aiuta a migliorare molto il proprio alito.

In ogni caso, se il problema persiste nonostante tutte le prevenzioni consigliate, è bene consultare il proprio dentista di fiducia.

fb tw yt