Osteopatia come rimedio ad asma

L’Osteopatia è una tecnica che va ben oltre le classiche aspettative di medicina alternativa od olistica.

Inoltre il medico osteopata è in grado di porre rimedio a disturbi dolorosi ed infiammatori di vario genere, l’osteopatia può essere quindi intesa come rimedio ad asma ma non solo.

Se inoltre l’osteopata viene accompagnato da altri metodi affini di indagine, oppure di integrazione alimentare come la Fitoterapia, allora otteniamo un quadro completo di tecniche pronte a far calmare e guarire tantissime altre problematiche fisiche come ad esempio:

  • disturbo della valvola ileo cecale
  • infiammazione di ovaio policistico
  • infiammazioni croniche ad articolazioni o muscoli
  • problemi di diabete
  • problemi dermatologici: funghi, dermatiti, ecc.
  • stress
  • terapie posturali
  • disintossicazione epatica
  • asma
  • dolori mestruali e tantissimi altri dolori di varia natura
  • patologie particolari
  • molto altro ancora

Per altri consigli utili contattate qui questo bravissimo Osteopata di Milano, si occupa anche di riflessologia e riuscirà ad introdurvi in un discorso completamente differente da quello della medicina chimica tradizionale.

Prenderemo in esame in questo articolo due problematiche in particolare: come curare l’asma col trattamento osteopatico e poi anche come curare i dolori mestruali sempre attraverso l’osteopatia.

La cura dell’asma con Il trattamento osteopatico viene principalmente svolta per apportare un beneficio mediante tecniche di manipolazione, che appaiono fondamentali nel controllo e nel sostanziale recupero della malattia.

L’efficacia del trattamento osteopatico dell’asma sta velocemente prendendo piede come sintassi principale della cura di questa patologia, guadagnandosi l’approvazione della classe medica in tutta Europa e negli Stati Uniti.

  • Questa patologia è una delle forme attualmente più croniche di malattia del tratto respiratorio più diffusa nelle popolazioni, viene riconosciuta col nome di “asma bronchiale”.

Che cosa è l’asma bronchiale e come viene affrontata dall’osteopata professionista?

L’asma bronchiale fa parte di un’infiammazione delle vie respiratorie che è molto duratura nel tempo, essa viene particolarmente caratterizzata da alcuni fattori:

  • difficoltà nella respirazione
  • manifestazioni di tosse
  • senso di oppressione al torace
  • respiro sibilante

Le sintomatologie asmatiche sono spesso presenti e persistono durante la notte, a causa di una lavoro pesante delle strutture bronchiali. 

Ambienti che contengono stimolazioni fastidiose per la persona che contribuiscono all’aggravarsi delle sintomatologie dell’asma.

La causale che porta alla comparsa della patologia non è ancora oggi chiara, per via della sua variabilità. 

Sicuramente l’asma deriva da vari fattori genetici, insieme ad altre problematiche ambientali, forme allergeniche e il fattore dell’inquinamento, hanno una notevole influenza nella comparsa dell’asma.

Le persone più colpite dall’asma sono di solito incluse nella popolazione infantile.

  • I trattamenti osteopatici dell’asma, offrono un aiuto nella cura dell’asma. 

Da che cosa dipende la comparsa dell’asma e come agisce la cura osteopatica

Il meccanismo del trattamento manipolativo, in cui il professionista Osteopata risulta in grado di poter regolare tutti gli aspetti di meccanicità della respirazione, porta un prezioso sollievo alle strutture che vengono interessate durante il ritmo respiratorio.

Il paziente con la patologia asmatica, con l’ausilio delle  tecniche di manipolazione osteopatica, potrà influenzare le risposte terapeutiche attraverso l’ausilio dei tre meccanismi principali fisiologici.

  • In primo luogo, capire la conformità massima della gabbia toracica che verrà ripristinata attraverso l’osteopatia per cercare di aumentare la movimentazione respiratoria del paziente. 
  • L’osteopata dovrà allentare le tensioni che stanno causano importanti dolori nel paziente che soffre d’asma e che si sono tradotte in lesioni, dovute ad un eccessivo uso dei muscoli e delle articolazioni coinvolte nella respirazione maggiormente stressate della tosse.
  • Usando un secondo meccanismo fisiologico, si cercherà di influenzare una risposta di tipo terapeutico della persona attraverso una riabilitazione e normalizzazione del sistema nervoso autonomo. 
  • L’innervazione parasimpatica di tutte le principali strutture del tratto respiratorio viene fornita dai rami di uno dei nervi più importanti il nervo vago.
  • Questa innervazione simpatica che ha la sua origine nei primi segmenti toracici del midollo spinale, produce delle sinapsi nei gangli vertebrali che sono presenti in profondità, nella parte superiore toracica. 
  • I trattamenti di tipo manipolativo migliorano notevolmente la reattività delle funzioni respiratorie attraverso il riequilibrio dei movimenti nella zona dell’atlante e dell’occipite e della parte toracica superiore.
  • Un’ultima fase del trattamento manipolativo dell’Osteopata può agevolare notevolmente il riequilibrio del flusso linfatico.

Andando nello specifico della tecnica di osteopatia contro l’asma bronchiale

Accade che a volte il circolo presenta una disfunzione, i tessuti presentano delle ematosi e siano ricche di tossine, che vanno ad accumularsi, questo va ad influire in maniera negativa sulla evoluzione dell’asma. 

Il trattamento di manipolazione allenta sicuramente le tensioni sulla zona miofasciale, che è una struttura di grande supporto dei vasi linfatici, riducendo in maniera notevole la congestione delle vie respiratorie nei soggetti asmatici.

In tanti anni di studio e di ricerca è ormai stato dimostrato trattando l’asma con l’Osteopatia viene migliorata la facilità di respirazione.

Questo mettendo in evidenza miglioramenti di grande consistenza delle funzioni di tipo respiratorio, soprattutto nelle persone con patologie asmatiche, con il sostanziale supporto di tecniche manipolative Osteopatiche.


Potrebbero interessarti anche...